top of page

"Chiedi e ti sarà dato"

Domandare per ricevere risposte: la legge della fratellanza universale


Su consiglio e richiesta di alcuni ricercatori, creo questo spazio per raccogliere DOMANDE inerenti a tematiche che possono divenire stimoli per creare nuovi eventi e gruppi di studio.

E’ possibile, usufruendo dello spazio “commenti” sotto a fine pagina, inserire i propri quesiti e interrogativi su argomenti di carattere scientifico spirituale, ad es:


psicologia e umanesimo,

spiritualità e religione,

vita dopo la morte,

evoluzione cosmica,

cristologia e vangeli,

karma, destino, libertà,

amore e sessualità,

iniziazione ed esercizi,

arte e spettacolo


Se nella propria anima vi è l’esigenza e l’imperativo di conoscere in merito ad un argomento, ad un’idea che vive da tempo nell’interiorità e avresti piacere di confrontarti, scrivilo nei commenti sotto. Ogni richiesta verrà presa in esame, e oltre che a provvedere a fornire una risposta, verrà considerata come quesito fondamentale che potrà essere alla base di un futuro e nuovo gruppo di lavoro.

Si invita a formulare richieste che non sia già state dibattute, ma che emergano come nuovi stimoli.

La spiritualità agisce soprattutto là dove si crea una comunità di individui che condividono conoscenza: conoscere è l'inizio dell'amore universale.


Un caro saluto a tutti, grato e sicuro dei vostri propositi

a presto

Tiziano Bellucci

654 visualizzazioni18 commenti

18 comentarios

Obtuvo 0 de 5 estrellas.
Aún no hay calificaciones

Agrega una calificación

ciao Tiziano, grazie per questo spazio ...ed ha chiunque legge

steiner, mi riferisco ad un tratto sul cristianesimo esoterico: la conferenza dove parla del bambino diventato trasparente, ma sicuramente ci saranno riferimenti simili in altri testi,

ad un certo punto dice portando l’esempio di un filosofo dell epoca che prima e dopo la sua morte si percepiva uno sentore sia prima che dopo 1900 (data morte) ma diverso.

io l’ho intesa come se volesse far chiarire che c’è una sorta di continuità di energia anche dopo la morte, che non è tutto finito anzi l’anima si libera di un peso e si può percepire pura come è senza l’involucro…. però non so se ho inteso giusto….. e se si poi…


Me gusta

Buongiorno Tiziano, volevo porti due quesiti.

Il primo è inerente al perché Steiner ha abbandonato la Teosofia e perché è stato in seguito durante denigrato dagli stessi Teosofi.


Il secondo riguarda il mistero della Risurrezione ed Ascensione di Cristo Gesù secondo Steiner.

Grazie e a presto


Clelia


Me gusta
Tiziano Bellucci
Tiziano Bellucci
06 abr 2023
Contestando a

R. Steiner abbandonò la Teosofia perchè non si riconosceva più nell'ambiente, il quale dava espressione alla medianità, allo spiritismo. Fatto fondamentale era anche il "taglio induista, orientale" che aveva assunto al società teosofica, nel quale egli non si ritrovava. L'abbandono (che fu quasi un licenziamento da parte della società teosofica stessa) fu quando Steiner dichiarò che il Cristo non era un maestro illuminato, ma il Figlio di Dio, e in vitrù di questo il cristianesimo non lo si doveva considerare al pari delle altre religioni, ma addirittura superava ogni religione, essendo un "fatto" esoterico compiuto, non una dottrina. Si può quindi dedurre perchè i teosofi, lo abbiano in parte "denigrato".

Riguardo la seconda domanda, Clelia, tengo conto della domanda come…

Me gusta

Affrontare la morte. Come dare un senso alla vita

Me gusta
Tiziano Bellucci
Tiziano Bellucci
06 abr 2023
Contestando a

Terrò conto della sua proposta per presentare in futuro un seminario o uno studio sul tema.

Me gusta

Buon giorno Tiziano, sto leggendo un passo della "Settimana Santa " di E.M. volevo chiederle quali sono le nove beatitudini. i nove ideali dell'uomo spirito pronunciati da Cristo nel Sermone sulla montagna e quali le nove ombre. Grazie Antonella

Me gusta
Tiziano Bellucci
Tiziano Bellucci
06 abr 2023
Contestando a

IL BALSAMO PER LE FERITE DELL'ANIMA: le 9 beatitudini del Vangelo di Matteo (discorso della montagna)


Ogni uomo incontra nella vita sei ferite dell’anima archetipiche: rifiuto, abbandono, tradimento, ingiustizia, umiliazione e ingratitudine.


Il sentirsi rifiutati genera in noi la figura del fuggitivo

l’essere stati abbandonati ci predispone all’inclinazione alla dipendenza

il venire traditi ci trasforma nell’immagine del controllore

avere subito ingiustizie suscita atteggiamento di rigidità

essere stati umiliati crea inclinazioni al masochismo

il ricevere ingratitudine genera tendenza al sadismo


Queste “ferite” sono superabili tramite la meditazione delle “beatitudini” o discorso della montagna tratte dal vangelo di Matteo cap. 5:


1 «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. (rifiuto)

2 Beati gli afflitti, perché saranno…


Me gusta

Salve Tiziano, seguo con interesse le sue conferenze perchè sa rendere chiari e comprensibili argomenti difficili; mi permetto, quindi, di chiederle se può darmi delle delucidazioni sull'Albero delle Sefirot.

Grazie mille


Me gusta
Tiziano Bellucci
Tiziano Bellucci
04 abr 2023
Contestando a

Le Sepiroth sono le Gerarchie angeliche, i simboli anatomici del corpo di Dio.

Gli angeli guidano e dirigono le forze, i movimenti e la vita sulla Terra, uomo compreso.

Nella kabbala, nella creazione, non fu direttamente Dio a compiere la generazione della sfera sensibile, ma lo fecero per Lui gli Angeli, le Gerarchie.


Un Angelo, il piu` potente, che e` a capo di tutte le Gerarchie e` chiamato "Metatron". Egli e` stato identificato con il dio "Mitra" di Zarathustra.


Le Sefirot sono 10: ognuna, appare come un grado delle Gerarchie Angeliche:

1= Kether, o Corona: Serafini,

2= Hochma, o Sapienza: Cherubini,

3= Bina, o Intelligenza: Troni,

4= Hesed, o Amore: Kyriotetes,

5= Din, o Giustizia: Dynameis,

6= Rahamin, o bellezza:…


Me gusta
bottom of page