Solo ciò che vale è degno di restare

Aggiornamento: 7 feb

"Tutto passerà. Resterà solo chi ha creduto in ciò che opera nella Saggezza del mondo".


Si vive “schierati”: con il sistema o contro il sistema.

Nessuno o pochissimi hanno pensato di schierarsi con una logica superiore che va oltre il sistema.


Quale è questa “logica”?

E’ stimolare e favorire lo sviluppo delle facoltà dell’uomo.

E questo viene fatto con dispositivi come malattie e guerre, affinchè l’umanità, sottoposta a varie crisi possa, superandole, dotarsi di qualità superumane.


Che vi siano esseri luciferici o arimanici, che contrastano lo sviluppo umano è naturale: così come è naturale che la grandine, il gelo, il freddo, i parassiti, gli uragani, operino –apparentemente- contro la natura.


Che i vaxxini contengano forze extraumane (soratiche’) è qualcosa che non è affatto in contraddizione con la prassi evolutiva: se non vi fosse una controforza che stimola una reazione, come farebbe la coscienza umana, senza lottare, a migliorarsi?


Sicuramente i vaxxini hanno sostanza di natura subumana.

Altrove abbiamo detto che queste sostanze fanno male soprattutto a chi è materialista, perché lo rendono ancor più materialista.


Tuttavia rifuggire il contrasto con le forze dell’ostacolo è perdere un’occasione di crescita.


Come si può vedere da un lato abbiamo umani –pigri o non abituati a pensare in proprio- che si fanno guidare dal sistema, pur di essere lasciati in pace a vivere senza troppi problemi.

Ve ne sono altri che si ribellano al sistema e lo condannano vedendo in esso una sorta di cospirazione malvagia che vuole impadronirsi dell’essere umano per i suoi scopi.

Vi è una terza fazione che non vuole l’inoculazione perché teme gli effetti, e perché è “allergica” a qualsiasi trattamento non scelto liberamente.


I primi non vedono il momento in cui si possa tornare ad una “normalità” per ritornare a condurre esattamente la vita di prima; i secondi –convinti di essere paladini della verità- vogliono sgominare la banda dei cattivi, per liberare se stessi e gli altri; i terzi vogliono vedere tolti gli obblighi e i divieti per tutelare il loro arbitrio.


Esiste una quarta “fazione”: che conosce l’esistenza di una “logica superiore”, superumana.

Una logica che è capace di vedere nelle contese sanitarie e politiche solo degli strumenti per realizzare "Evoluzione" –ad insaputa di sanitari e politici- nelle mani di Forze superiori del bene.

Vi è quindi un gran “da fare” su qualcosa che è solo apparenza, illusione, qualcosa che serve solo affinchè possa prodursi “attrito” nelle coscienze umane. E si realizzi un’elevazione di coscienza.


Vi sono individui che riescono a guardare oltre alle “maschere” e sicuri di godere di protezione spirituale, apparentemente sembrano seguire le direttive del sistema (si fanno inoculare) ma lo fanno ben consapevoli che il loro gesto sarà un contrappeso all’effetto prodotto dai sieri, andando addirittura a “bilanciare” e sanificare nel sociale gli effetti negativi sulla coscienza globale dell’umanità.


Detto in altri termini, uno spiritualista vaccinato “irradia” nell’ambiente sociale un effetto immunizzante, traendolo dall’alchemizzazione in lui delle sostanze vaccinali, il quale effetto va a riversarsi positivamente in tutta la società.


Non si tratta –come alcuni malevolmente penseranno- di uomini che non sopportando più la pressione sociale cercano un appiglio o una giustificazione per sottostare all’inoculazione: sono individui che sono consapevoli del loro ruolo immunizzante e con certa “voluttà” collaborano a questo tipo di “sanificazione”.


Non sono i vaxxini a liberare l’umanità. E’ il vixus stesso che è beneficamente mutato –per volontà di Forze superiori- e anche grazie all’inoculazione di molti spiritualisti.


Questi individui non hanno bisogno di scendere in piazza per opporsi.

Ma neppure rimangono inattivi.

Sanno infatti che “le cose che contano sono le uniche che restano” e conoscono bene il fatto che non vi è azione più potente che non la fiducia nel mondo spirituale, di cui si sentono messaggeri.


Possiamo dire che ogni parte di umanità è anche al contempo espressione di un arto costitutivo umano.

  1. Vi è un'umanità del corpo fisico, che ha paura della morte tramite il virus

  2. un'umanità del corpo eterico, che ha paura degli effetti anti salute del vaccino

  3. un'umanità del corpo astrale che ricerca il bene e condanna il male

  4. un'umanità del corpo dell'io che crede nel bene e nella saggezza


  1. l'umanità del corpo fisico è collegata con l'istinto di gregge ed è priva di ogni credenza spirituale e si affida al sistema;

  2. l'umanità del corpo eterico è collegata con lo spirito della propria stirpe, sfiduciata nei confronti della scienza

  3. l'umanità del corpo astrale è collegata allo spirito del popolo cerca colpevoli nel mondo per non guardare dentro se stessa

  4. L'umanità del corpo dell'io sente una connessione con l'io del cosmo

La storia dell’umanità, ci insegna che ciò che è risultato vincente nel mondo non sono mai stati i governi o i vincitori. Né gli eroi temerari.

Cosa ne è stato dei grandi dominatori del tempo di Roma antica? Cosa ne è stato dei loro avversari, dei ribelli, dei guerriglieri che si opponevano a Roma?

Né le loro ideologie, le loro grida, né i loro poteri, né le loro leggi sono rimaste oggi.

Cosa è rimasto delle feste nel Colosseo, del fasto dei palazzi, dei fieri e potenti eserciti?

E cosa è rimasto delle battaglie combattute dai ribelli, dagli avversari del regime?

Nulla.


È rimasto solo ciò che viveva nei sotterranei, nella penombra delle catacombe. Sottoterra, nel buio, ignorati da tutti.


Non le lotte, non le prepotenze e superbie di allora sono rimaste oggi: solo ciò che veniva coltivato nel silenzio, nella meditazione devota, è sopravvissuto a oggi.


Come allora anche oggi avverrà lo stesso. Di tutto questo non resterà l'arroganza dei governanti, non rimarrà l'aggressività dei complottisti o dei ribelli del sistema.

Rimarrà il coraggio silenzioso che vive nelle anime che con fiducia e devozione non hanno creduto nè ai governi, né ai ribelli, ma hanno confidato nel mondo spirituale, sempre presente.

Resterà solo ció che è gradito alle forze cosmiche che dirigono l'evoluzione.

Colui che vive la sua vita nella sua catacomba, lontano dai clamori del Colosseo e dalle battaglie dei ribelli resterà e vincerà, come restarono e vinsero i primi cristiani.



Tiziano Bellucci

Post recenti

Mostra tutti